Alla luna

O graziosa luna, io mi rammento
che, or volge l’anno, sovra questo colle
io venia pien d’angoscia a rimirarti:
e tu pendevi allor su quella selva
siccome or fai, che tutta la rischiari.
Ma nebuloso e tremulo dal pianto
che mi sorgea sul ciglio, alle mie luci
il tuo volto apparia, che travagliosa
era mia vita: ed è, nè cangia stile
o mia diletta luna. E pur mi giova
la ricordanza, e il noverar l’etate
del mio dolore. Oh come grato occorre
nel tempo giovanil, quando ancor lungo
la speme e breve ha la memoria il corso
il rimembrar delle passate cose,
ancor che triste, e che l’affanno duri!

  

di Giacomo Leopardi

L’idillio fu scritto dal Leopardi nel 1819, lo stesso anno dell’Infinito,  ma non  rispecchia la medesima profondità: il tema principale è la dolcezza del ricordo che secondo il poeta persiste anche quando la vita presente è triste e il ricordo stesso è doloroso.
Il canto , è sapientemente modulato da una grazia musicale che fluisce lento e continua per tutto l’idillio.

Cresy Crescenza Caradonna
7 settembre 2012 @

La donzelletta vien dalla campagna...
La donzelletta vien dalla campagna..
The tomb of Leopardi (Parco Virgiliano, Naples.
The tomb of Leopardi (Parco Virgiliano, Naples.
Leopardi (Recanati)
Leopardi (Recanati)