CRESCENZA CARADONNA'S BLOG

La poesia
di CresyCrescenza Caradonna

Limitarsi alla lirica della poesia  dedicata solo esclusivamente al monologo dal poeta a se stesso sarebbe riduttivo per lo stesso poeta per questo siamo culturalmente evoluti per considerare la poesia come pensiero di vita che abbracci, nei testi, argomenti di ogni genere espressivo affrontando i più disparati temi sociali.
È questo il mio concetto di «poesia»: l’essenziale che possa rappresentare il periodo letterario nel quale vivo manifesto di una poesia libera
concettualmente orientata alla modernità.
Il suono della parola oggi come ieri, ha un peso notevole sulla nostra società in continua evoluzione culturale radicato profondamente nelle radici del passato.©

Dall’irreale, intatto dentro il reale devastato:

Bastava un niente
e scavalcava un anno
una costa splendente
una vallata ariosa
viene a cadere qui
e s’impiglia tra i passi
negli indugi della mente
la foglia che più resiste – voglia
intermittente: Vaucluse.

(Traducevo Char, VIII)
Carlo Ossola

View original post 52 altre parole