CRESCENZA CARADONNA'S BLOG

La rosa e la spina
(La leggenda immaginaria)

Una mattina di maggio
lì tra le rose, un raggio di sole,
fece capolino
senza trovare uno spiraglio
di bellezza cercata e… spirò tra le spine!

Una spina urlò al vento
il suo dolore per non aver accolto il caldo giallo raggio
e da quel giorno si propose che nessuno l’avrebbe più ferita
neanche la mano di un’innamorato
che ne avrebbe colto la rosa per amore di un cuore.

La rosa si vestì di spine
le spine si rivestirono di dolore
che tutti avrebbero provato nel cogliere il fiore;

amore è quella spina che stilla una goccia di sangue
amore è quella rosa vellutata che muta l’anima

amore senza spine
mai più rosso
mai più spine.

( Narrazione frutto di immaginazione)
di Cresy Crescenza Caradonna

View original post